Rampage


Regia: Brad Peyton

Sin dal primo annuncio questo Rampage non mi ha mai particolarmente ispirato, se non per la presenza di Dwayne Johnson che, per quanto continui ad interpretare gli stessi ruoli nello stesso modo, funziona in qualsiasi blockbuster; sicuramente questo poco interesse da parte mia è dovuto al fatto che non ho mai giocato al videogioco da cui è tratto, tant'è che ne sono venuto a conoscenza solo dopo il suddetto annuncio.

Essendo un blockbuster hollywoodiano, dalla trama non mi aspettavo niente di eccezionale ma solo, naturalmente, tanti bei effetti speciali e una buona dose di sano e piacevole intrattenimento.


Detto ciò devo dire che la prima metà del film non funziona assolutamente, manca l'intrattenimento e ciò fa indirizzare l'attenzione dello spettatore sulla sceneggiatura che, nonostante sia scritta da ben quattro persone, è forse una delle peggiori in quanto a dialoghi che risultano, anche al più inesperto degli spettatori, scritti in un modo davvero orrido, sono macchinosi, poco credibili, spesso risultano forzati o campati in aria, soprattutto durante le pseudo spiegazioni scientifiche che sono al centro della maggior parte delle discussioni, tra l'altro piene di cliché fino all'ultimo minuto.

C'è anche un tentativo, riuscito anch'esso solo nella seconda parte, di aggiungere un po' di ironia che in effetti non avrebbe guastato affatto, anzi il film avrebbe dovuto puntare un pochino di più sul prendersi un po' in giro, proprio come la fa l'ironica frase impressa sul poster "Big meets Bigger". 


Per quanto riguarda la trama non sto neanche a sottolineare la mancanza di uno spessore, ma per lo meno risulta abbastanza accettabile per un prodotto di intrattenimento destinato ad un ampio pubblico, composto per la maggior parte da giovani e pubblico medio; certo ci sono alcune lacune e nella prima parte non riesce a coinvolgere, ma dalla seconda metà, grazie ad un buon numero di effetti speciali, sequenze d'azione molto ben ideate e realizzate e una discreta colonna sonora, l'intrattenimento arriva e così anche il coinvolgimento, ma mai in quantità massicce.


Il film infatti, per quanto sia abbastanza riuscito nella seconda metà, diverte ma mai quanto vorrebbe/dovrebbe, forse a causa di una totale mancanza di personalità che gli impedisce di contraddistinguersi dalla sempre più grande massa di blockbusters usciti negli ultimi anni; questo implica anche poca incisività che lo rende facile da dimenticare nel lungo termine.

Però come già detto, Dwayne funziona, così come Jeffrey Dean Morgan con il quale forma un grande duo, sicuramente migliore di quello formato con Naomie Harris che invece appare abbastanza piatta come la maggior parte dei personaggi; pessimi infine i due villain di turno (già perché le creature non bastavano) che rovinano praticamente ogni inquadratura nella quale sono presenti. 


Gli effetti speciali, anche se non sempre all'altezza, funzionano anch'essi, soprattutto nella realizzazione delle creature, esteticamente davvero suggestive; anche la regia si fa notare con delle buone inquadrature e degli interessanti e originali movimenti di macchina, in particolar modo durante la confusionaria, ma ben gestita, conclusione.

Giudizio complessivo: 6-
Buon divertimento,





Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: